Trasparenza

Consiglio di Amministrazione

Il Consiglio di Amministrazione è stato nominato dall’Assemblea dei Soci del 15 Maggio 2018 e rimarrà in carica per il triennio 2018-2020 sino all’approvazione del Bilancio d’Esercizio chiuso al 31/12/2020.
Il Consiglio di Amministrazione definisce lo stile di governance e le linee d’indirizzo al fine del raggiungimento dello scopo e dell’oggetto espressi nello Statuto.
Il Consiglio d’Amministrazione elegge nel suo seno il Presidente e il Vice Presidente.

Caterina Segata

Presidente del Consiglio di Amministrazione-Rappresentante dell’impresa

Franca Guglielmetti

Vice Presidente del Consiglio di Amministrazione

Simone Albrizzi

Consigliere

Attività e Procedimenti

Karabak Nove consorzio di cooperative cooperativa sociale è Società partecipata da Cooperativa Sociale Società Dolce Soc. coop. con sede in Bologna, via Cristina da Pizzano 5.

Sovvenzioni, Contributi e Sussidi

In base alla circolare del Ministero del Lavoro e delle Politiche sociali R. 0000002.11-01-2019, Karabak Nove consorzio di cooperative cooperativa sociale, in qualità di cooperativa sociale, è civilisticamente considerato una impresa sociale ed in quanto tale soggiace alla normativa prevista per le imprese, è dunque tenuta ad adempiere agli obblighi di trasparenza in sede di nota integrativa del bilancio di esercizio e del bilancio consolidato.

Servizi Erogati

Carta dei servizi e standard di qualità
I Servizi all’infanzia di carattere educativo, resi dal Consorzio, sono erogati dalla partecipata Cooperativa Sociale Società Dolce Soc. Coop. che dispone di carte specifiche dei servizi in concessione e/o appalto.

Certificazioni di qualità

Class Action
nessuna Class action ricevuta

Costi contabilizzati

Opere pubbliche
Nessuna

Altri contenuti
..

Adempimenti conseguenti alla delibera ANAC N. 141 DEL 27 FEBBRAIO 2019

Contributi

Nella seguente tabella si riportano le informazioni relative al disposto di cui all'art. 1, comma 125, della legge 124/2017, modificato dal D.lgs. n. 34 del 30/04/2019, in merito all'obbligo di dare evidenza delle somme di denaro eventualmente ricevute nell'esercizio a titolo di sovvenzioni, sussidi, vantaggi, contributi o aiuti, in denaro o in natura, non aventi carattere generale e privi di natura corrispettiva, retributiva o risarcitoria dalle pubbliche amministrazioni e dai soggetti di cui al comma 125 del medesimo articolo